Skip to content

La cicala sull'amaca


I quartieri più belli da vedere a San Francisco: un tour in 5 tappe

I quartieri più belli da vedere a San Francisco: un tour in 5 tappe

Dopo avervi parlato di San Francisco e del suo fermento culturale (qui potete leggere l’articolo), questa volta voglio proporvi un itinerario più approfondito dedicato ai quartieri più belli da vedere in città. Cinque tappe imperdibili per tentare di scoprire insieme tutti gli aspetti più interessanti di una città che, letteralmente, incanta. Buona lettura!

1 – CHINA TOWN

Un buon tour che si rispetti non può che iniziare da qui. China Town, il più grande quartiere cinese di tutto il Nord America, è percorso per intero da una delle strade più antiche della città: Grant Avenue. Vi si accede attraverso la Dragon Gate, realizzata nel tipico stile cinese.

San Francisco_Cosa vedere
San Francisco_Dragon Gate

Una volta entrati sarete catapultati in un altro continente. Immersi in un’orgia di colori e profumi, troverete negozi di ogni genere – dai rivenditori di dvd a quelli di erbe e medicine naturali.

 

Se passeggiare non vi basta e volete approfondire un po’ la conoscenza del quartiere in cui vi trovate potete visitare la Chinese Historical Society in Clay Street – ricostruisce la vita della comunità cinese in America dai tempi della corsa all’oro – e il Chinese Culture Center in Kearny Street – ospita varie mostre sull’arte cinese.

Imperdibile almeno un pasto in uno dei tanti ristoranti: sedersi a uno di questi tavoli vuol dire ritrovarsi come d’incanto a migliaia di kilometri di distanza. Come se foste realmente in Cina non aspettatevi di vedere accanto a voi molti visi dal taglio Caucasico e, ancor meno, non pensate di mangiare quello che mediamente viene spacciato per cibo cinese in Italia.

San Francisco_Cosa vedere23
Ristorante a China Town

2 – NORTH BEACH

La Little Italy di San Francisco. Entrando in questo quartiere non potranno sfuggirvi i cartelli verdi con su la sagoma del nostro Paese. Numerosi i barbieri come i bar.

San Francisco_Cosa vedere6
North Beach
San Francisco_Cosa vedere10
Barbiere a North Beach

North Beach è limitrofo al quartiere cinese e potrete accedervi da Columbus Avenue dove, tra gli altri, merita una visita la storica City Lights Bookstore.

San Francisco_Cosa vedere12
City Lights Books

I poeti Beat usavano incontrarsi in questa libreria durante gli anni ’50 e fu proprio qui dentro che nel 1956 Allen Ginsberg declamò per la prima volta il suo capolavoro letterario: Howl. In seguito alla pubblicazione dell’opera Mister Ferlinghetti, fondatore della libreria, fu tratto in arresto con l’accusa di diffusione di oscenità. La libreria negli anni si è molto allargata e oggi si snoda su ben tre piani all’interno dei quali potrete spaziare tra molteplici e differenti pubblicazioni.

Howl LocandinaAi più appassionati consiglio di vedere un bel film del 2010 diretto da Rob Epstein. Howl, il film, racconta la vita di Ginsberg e lo fa mischiando alla normale narrazione interessanti disegni animati dal gusto onirico e un po’ allucinato.

Per rimanere in tema, sempre a North Beach, è d’obbligo fare una visita al Beat Museum che espone numerosi cimeli appartenuti alla generazione beat come, ad esempio, l’opera originale di Jack Kerouac: Vision of Cody. L’opera non venne pubblicata prima del 1970 a causa del veto imposto dalla censura.

Un’ultima curiosità: prima di lasciare il museo fermatevi a fare una foto alla Hudson impolverata parcheggiata in libreria. Il modello è un originale del 1949 e fu utilizzato da Walter Salles nel riadattamento cinematografico del libro On The Road di Kerouac.

hudson-beat-museum
Photo by Jill Loeffler

Se come me avete la passione per il Cinema, dovete assolutamente fare un salto al Cafè Zoetrope della famiglia Coppola (ne ho già parlato un po’ qui). Situato nello splendido Sentinel Building, il Caffè è solo la base di un luogo ben più significativo per chi ama la Settima Arte: ai piani superiori ha infatti sede l’American Zoetrope, casa di produzione che ha dato i natali a moltissimi capolavori del Cinema Americano.

San Francisco_American Zoetrope
San Francisco_American Zoetrope

Irrinunciabile a North Beach è infine una visita alla Coit Tower, una torre in stile Art déco alta ben 64 metri realizzata tra il 1933 e il 1938. L’opera è intitolata all’eccentrica Lillie Coit famosa ai tempi perché usava fumare il sigaro e indossare i pantaloni. Fu lei a finanziarne la costruzione, un omaggio ai vigili del fuoco della città.

San Francisco_Cosa vedere18
Coit Tower

La torre svetta sulla cima della Telegraph Hill, da cui si gode una vista mozzafiato.

San Francisco_Cosa vedere17
Panorama dalla Telegraph Hill

All’interno si possono ammirare numerose opere murali e alcuni affreschi.

i quartieri più belli da vedere a San Francisco Murale nella Coit Tower
Murale_Coit Tower

Ben 25 artisti diversi hanno lasciato la loro firma su questi muri, tutti evidentemente ispirati dalla produzione del messicano Diego Rivera che, dopo essere stato invitato a contribuire con una sua opera, se la vide cancellare a causa della presenza al suo interno di un ritratto di Lenin. Evidenti sono i temi del lavoro e della caotica vita cittadina.

3 – FISHERMAN’S WHARF, ALCATRAZ E MUIR WOODS

Il Fisherman’s Wharf è la principale zona turistica di San Francisco. Se non vi dispiace sgomitare un po’, qui potrete mangiare pesce fresco in uno dei tanti ristoranti che si affacciano sulla baia, potrete intrattenervi con gli spettacoli dei numerosi artisti di strada o approfittare della presenza di attrazioni turistiche come l’Aquarium of the Bay e il Museo di Madame Tussauds.

Pier39_Leoni MariniAll’altezza del famoso Pier 39 potrete ammirare una colonia di paffuti leoni marini che bivaccano al sole incuranti della folla circostante. Da qui si possono scegliere numerosi tour sulla baia.

Anche se è d’obbligo menzionare la gita ad Alcatraz, prigione di massima sicurezza collocata su un isolotto dove si approda grazie a un battello, ammetto di aver preferito imbarcarmi per Sausalito.

Cosa vedere a San Francisco Alcatraz
Alcatraz

A circa mezz’ora di barca, oltre il Golden Gate Bridge, è possibile visitare un vero e proprio monumento naturale: una foresta primaria dalle sequoie secolari, la Muir Woods.

Muir Woods
Muir Woods

Circa 10km di percorsi all’interno della riserva regalano la possibilità di ammirare alberi altissimi e imponenti che si elevano verso il cielo come magnifiche cattedrali. Per chi ama la natura e non ha mai potuto vedere delle sequoie in vita sua questa è una tappa che non può essere evitata.

San Francisco_Muir Woods
Sequoie_Muir Woods

4 – HIGHT ASHBURY 

Il quartiere è stato la culla della Summer of Love e qui è nato il movimento Hippie che ha avviato la rivoluzione sessuale negli anni ’60. In quegli anni qui hanno soggiornato artisti del calibro di Janis Joplin e dei Jefferson Airplane.

Nel vicino Golden Gate Park si era soliti ritrovarsi per suonare e ballare, magari sotto la spinta lisergica dell’LSD. Pare che George Harrison – che certo non era un novellino – durante un periodo di permanenza a San Francisco usasse suonare la sua chitarra in questo parco. Proprio da qui pare sia scappato quasi subito, evidentemente disgustato dalla piega un po’ troppo ‘strafattona’ che aveva preso il movimento.

Oggi il quartiere ospita innumerevoli negozi di abbigliamento Vintage dove, se amate il genere, potrete trovare accessori di tutti i tipi, dalle parrucche alle zeppe più spinte. Non mancano negozi di tatuaggi, piercing e soprattutto di musica, come lo storico Amoeba.

i quartieri più belli da vedere a San Francisco - Hight Ashbury Amoeba Music
Amoeba Music

In verità credo che Hight Ashbury sia un po’ una trappola per turisti, soprattutto nella parte bassa dove bar e localini di tendenza vi presenteranno conti piuttosto salati. È in ogni modo una tappa non trascurabile, non solo per la storia che racchiude, ma anche perché meritano almeno un paio di fotografie le bellissime painted ladies, le tipiche casette in stile Vittoriano che colorano la zona con le loro tonalità pastello.

i quartieri più belli da vedere a San Francisco - Kight Ashbury Painted Ladies
Painted Ladies

Infine dopo la musica, gli incensi, le casette e i negozietti vintage, regalatevi una sosta all’ombra di qualche albero del Golden Gate Park dove, hippie a parte, è possibile visitare il giardino botanico di San Francisco.

5 – CASTRO

Qualunque sia il vostro orientamento sessuale, se vi capita di soggiornare a San Francisco, Castro è un luogo da vedere. Culla del movimento di liberazione omosessuale in America, Castro è famoso per essere stato teatro delle lotte a sostegno dei diritti gay negli anni ’70.

Castro_streetIl cuore del quartiere è rappresentato da Castro Street. Camminando per le strade, dove a ogni metro bandiere arcobaleno svolazzano nel vento, sentirete in maniera palpabile la sensazione di libertà e fiera determinazione che si respira ad ogni angolo: personaggi eccentrici, negozi colorati, bar e locali a più non posso.

Da non perdere il Castro Theatre che si fa notare per la ricca facciata barocca e che ospita spesso rassegne teatrali e cinematografiche per lo più legate al movimento LGBT.

Faggot are fantasticI periodi in cui Castro dà il meglio di se, trasformandosi in un’orgia di colori e divertimento sfrenato, sono Giugno e Ottobre, quando si svolgono rispettivamente il Gay Pride e la Castro Street Fair.

A Castro ho dedicato la mia ultima giornata. Dopo un tour per le strade e una visita qua e là nei vari negozi di gadget – alcuni anche piuttosto spinti – ho deciso di dirottare verso il limitrofo quartiere di Mission dove all’Amnesia, localino molto carino che consiglio, si è conclusa la mia parentesi californiana: birre artigianali, ottimo sidro di pere, musica e spettacoli a più non posso… Il giorno dopo partivo col cerchio alla testa, ma contenta.

CONTINUA A LEGGERE

racconti-di-san-francisco san-francisco-strade-americane

 

 

 

Commenta