Skip to content

La cicala sull'amaca


Roma Sotterranea: i siti che non puoi perdere

Roma Sotterranea: i siti che non puoi perdere

Roma si sa, è famosa per essere la città Eterna: immortale, antichissima. Eppure così viva, caotica. Per visitare la Capitale e conoscerla a menadito non basta una vita: ogni angolo, ogni viuzza dentro e fuori dal centro, nasconde una chicca, una perla rubata al passato.

A Roma i sampietrini parlano. I muri, le colonne, le strade, tutto è intriso di storia. E la storia è talmente tanta che nei secoli ne abbiamo seppellita un po’. Roma moderna si agita e vive sulle spoglie di quella passata. Sotto il mio stesso palazzo potrebbero esserci chissà, magari delle antiche terme!

E allora l’itinerario che voglio proporvi è un itinerario nel sottosuolo, alla scoperta di 5 tra i siti più interessanti che si possono visitare a Roma, sotto il livello stradale. Oggi vi parlo di…

ROMA SOTTERRANEA.

1_Santa Maria Maggiore

Roma sotterranea _S.Maria-Maggiore
Calendario. Foto dal sito: ItineRoma.it

 Quella di Santa Maria Maggiore è una basilica ricca di bellezze che onora con la sua presenza la città di Roma da circa sedici secoli (mentre lo scrivo quasi non ci credo!). Tra l’altro è l’unica tra le basiliche maggiori a conservare le strutture originali dell’epoca paleocristiana, oltre a mosaici raffinatissimi che la rendono veramente unica.

Quello che non tutti sanno è che nei sotterranei della basilica, a circa sei metri di profondità, è possibile visitare i resti di quella che sembrerebbe essere stata una ricca domus di epoca imperiale. Piuttosto straordinaria è la possibilità di ammirare un antico calendario dipinto sulle pareti di un porticato: al suo interno sono segnate le maggiori festività romane alternate a scene di vita campestre e a segni zodiacali. Il calendario è un prezioso reperto, non solo perché ben conservato ma perché rinvenuto in situ, ossia nella collocazione originale.

2_Stadio Domiziano a Piazza Navona

Roma sotterranea _stadio-di-domiziano
Resti dei muri dello Stadio di Domiziano (foto: www.didatour.it)

Al di sotto di una delle Piazze più belle del Mondo (di certo la mia preferita a Roma) è possibile visitare l’antico stadio di Domiziano, la cui forma allungata è ricalcata proprio dalla piazza che lo sovrasta.

Il primo stadio in muratura della città venne costruito intorno all’86 d.C. per servire i giochi atletici greci (gli agones), e misurava ben 275metri in lunghezza e più di 100 in larghezza. Parte dei resti sono visibili dalla strada, su Piazza Tor Sanguigna, da cui si accede all’ambiente sottostante.

La visita archeologica è emozionante e consente di passeggiare all’interno di una struttura imponente e suggestiva, attraversando arcate e pilastri. In quella che era la curva nord dello stadio sono ancora perfettamente visibili le gradinate e alcuni stucchi originali.

3_Sotterranei del Nuovo Mercato Testaccio

Roma sotterrane _anfore
Foto dal Web

Questa è una visita nella Roma sotterranea che segnalo pur non avendola ancora fatta. Il sito purtroppo non è abitualmente aperto al pubblico e bisogna attendere eventi speciali per accedervi, oltretutto è necessario essere accompagnati da una guida con attrezzatura apposita.

Sto parlando di un grande quadrilatero di circa un ettaro sotto al Nuovo Mercato Testaccio, alla profondità di sei metri. Da Testaccio, ai tempi dell’Impero, si smerciavano grandi carichi di vino, olio e garum, in quelle anfore che sono simbolo dello storico rione romano e anche la caratteristica di questo sito.

Ben due settori dell’ambiente sotterraneo sono infatti costituiti da interi muri realizzati con anfore vuote impilate le une sulle altre. Si accede poi ad un horreum, un grande magazzino di conservazione dei beni di consumo.

La cosa che più stupisce però, in una città abituata a contenere anfore e resti di palazzi antichi nelle sue viscere, è il ritrovamento delle fondazioni di alcuni edifici di edilizia moderna: villini di epoca fascista demoliti negli anni ’60.

Sembra che, per rendere quotidianamente accessibile il sito al pubblico, serva un cospicuo investimento di denaro con cui realizzare una pedana a garanzia di un percorso sicuro. Nell’attesa che questo accada, aspetto un nuovo evento straordinario!

4_Catacombe di San Callisto

Roma sotterranea _cubicoli san callisto
I Cubicoli dei Sacramenti © Pontificia Commissione di Archeologia Sacra

Nel proseguire questo affascinante percorso nella Roma sotterranea, non possiamo certo dimenticare i numerosi martiri cristiani che in questa città hanno trovato la morte nell’antichità. Bisogna allora menzionare le Catacombe di San Callisto, sulla via Appia Antica, tra le più grandi e importanti della Capitale. Qui trovarono sepoltura decine di martiri e ben 16 pontefici.

Un complesso cimiteriale che si estende su un’area di 15 ettari, con una rete di gallerie lunghe circa 20 chilometri. La Cripta dei Papi è il luogo più sacro e importante ma non va dimenticata anche la Cripta di Santa Cecilia, patrona della musica.

Un percorso nel sottosuolo attraverso imponenti gallerie, in un continuo alternarsi di loculi e stanzette dove rimarrete stupiti anche dalla presenza di importanti affreschi.

4_Domus Romane di Palazzo Valentiniroma-sotterranea-domus-romane-palazzo-valentini-biglietti

Voglio concludere questo articolo con i sotterranei più suggestivi e coinvolgenti da visitare, quelli di Palazzo Valentini. In realtà stiamo parlando di due grandi siti: i resti di due domus patrizie edificate intorno al IIIsec d.C. e quelli delle cosiddette “Piccole Terme di Traiano”, una vera e propria area termale con vasche per acqua calda e fredda oltre a percorsi climatici con tanto di sauna. La spa dell’imperatore per intenderci!

La cosa veramente entusiasmante di questo sito è che fa parte di quelle opere che sono state rivalutate negli ultimi anni dall’uso innovativo delle tecniche multimediali, un progetto curato da Piero Angela e da una equipe di esperti d’arte. Quello all’interno degli scavi di Palazzo Valentini è un vero e proprio viaggio nel passato, la possibilità di immergersi negli ambienti originari, grazie all’uso della computer grafica, in un percorso a metà tra reale e il virtuale. Veramente strepitoso!

> Potete prenotare qui la vostra visita ai Sotterranei di Palazzo Valentini. logoticketone

 

Insomma, la Roma Sotterranea non è certo meno interessante di quella in superficie. La prossima volta che capitate nella Capitale, datemi retta: provate a vedere cosa si nasconde sotto i vostri piedi. Sono sicura che ne rimarrete entusiasti.

POTRESTI LEGGERE

mitrei-roma
I Mitrei di Roma Antica
Roma sotterranea - catacombe
Catacombe di Roma

6 comments

  • L'OrsaNelCarro

    ottobre 10, 2016

    Il sottosuolo su di me ha sempre un grande fascino!
    Le Catacombe le ho viste! Per via di un esame all’università venni a Roma a vedere Priscilla e S.Sebastiano, purtroppo quelle di S.Callisto erano chiuse per restauri 🙁 Un’occasione per tornare! 😉
    Un grande saluto!

    • Lucilla

      ottobre 10, 2016

      Ciao cara Orsa, che piacere! pensa che io sono passata per anni davanti a Santa Priscilla (lavoravo lì vicino) eppure non l’ho mai vista 😮 dovrò rimediare. Se passi per Roma ovviamente fatti sentire, magari ci si va insieme! grazie per la visita 🙂

  • Elisa

    ottobre 8, 2016

    Interessantissimo questo articolo! Non ho mai avuto occasione di visitare la Roma sotterranea ma con questi riferimenti sarà più facile organizzare una visita. Condivido sulla mia pagina 🙂

    • Lucilla

      ottobre 8, 2016

      Ciao Elisa, grazie. Mi fa piacere che tu lo voglia condividere e sono contenta di averti dato lo spunto per esplorare nuove cose nella capitale 🙂

  • Katia - Il miraggio - consigli di viaggio e arte

    luglio 28, 2016

    Roma è bella sia sopra che sotto terra, su questo non si discute. Ma è sempre interessante scoprire il sottosuolo, probabilmente quello meno conosciuto!

    • Lucilla

      luglio 28, 2016

      Ciao Katia! Roma è un tesoro inesauribile, come ho scritto mi sento spesso molto ignorante… a Roma ci sono nata, ma non smetto mai di scoprirla! un saluto.

Commenta