I grandi maestri. 100 Anni di fotografia Leica al Vittoriano

Dal 16 Novembre 2017 al 18 Febbraio 2018, 100 Anni di fotografia Leica, al Complesso del Vittoriano di Roma, rende omaggio alla prima macchina fotografica 35 mm provvista di pellicola, alla fotografia d’epoca e a tutti gli artisti che hanno utilizzato la Leica dagli anni venti ad oggi. 

Un’unica tappa italiana per un’esposizione imperdibile. I Grand Maestri. 100 anni di fotografia Leica è occasione per gli amanti della fotografia di poter ammirare oltre 350 stampe d’epoca originali di grandi fotografi – da Bresson a Capa, da Salgado a Berengo Gardin. Un percorso lungo l’evoluzione tecnica e culturale del Novecento. Un viaggio nel tempo e nella storia alla scoperta di quei cambiamenti rivoluzionari permessi da un’innovazione tecnologica come la UR-Leica, il primo apparecchio 35mm che, oltre a stravolgere la fotografia,  innescò una metamorfosi nella percezione e narrazione della società e del mondo.

ur-leica mostra leica roma
UR-Leica, 1914

IL PERCORSO DELLA MOSTRA 100 ANNI DI LEICA

Piccola, leggera, lillipuziana. Il primissimo prototipo funzionante delle nuova fotocamera per pellicola cinematografica 35mm perforata viene completato nel marzo 1914 da Oskar Barnack. La fotocamera ha un corpo completamente metallico, un obiettivo rientrante e un otturatore basato su tendine che però non si sovrapponevano. La genesi di questa macchina rivoluzionaria apre la mostra con foto che ne documentano la realizzazione e l’evoluzione. Parallelamente è possibile ammirare anche i numerosi modelli che, da quel lontano 1914, si sono susseguiti fino ai giorni nostri. Ad arricchire questa sezione anche locandine pubblicitarie, alcune riviste storiche e prime edizioni di libri.




Si prosegue poi entrando nel vivo. Il percorso della mostra introduce il visitatore in un corridoio che attraversa il Novecento e in cui, grazie agli scatti dei grandi protagonisti del secolo, è possibile partecipare degli avvenimenti storici più noti, ma anche dei piccoli accadimenti quotidiani. Ed è proprio questa la bellezza di questa importante mostra dedicata alla Leica: la possibilità di vedere come un mezzo tanto piccolo quanto potente, abbia reso possibile la documentazione del reale e insieme abbia contribuito a creare e a modificare le tendenze artistiche e culturali.

LA LEICA E I GRANDI MAESTRI DEL NOVECENTO

Ritratti, Reportage, Fotografia di moda e d’impegno sociale. La Leica ha permesso ai grandi reporter di raccontarci quei mondi lontani che mai avremmo potuto conoscere. Grazie a loro, nel tempo, abbiamo acquisito coscienza delle disparità sociali, delle diversità culturali, degli orrori della guerra, ma anche della bellezza del mondo. Basti pensare a uno dei grandi nomi della fotografia mondiale Henri Cartier-Bresson definito, non a caso, l’Occhio del Secolo: attraverso il mirino della sua Leica sono passate immagini che hanno riflesso l’anima del ‘900 e che sono entrate nel nostro immaginario in maniera indelebile.

cartier-bresson mostra leica roma
Henri Cartier-Bresson

Così il percorso della mostra ci permette di ammirare i primi dirigibili di inizio secolo, i ritratti di artisti ed attori, le figure sinuose delle modelle, le facce sporche dei ragazzi di periferia, la vita di un mondo lontano che non c’è più. Non solo. Possiamo ammirare fotografie storiche che sono diventate, nel tempo, vere e proprie icone. Momenti indelebili fissati per sempre nella memoria di ognuno di noi. Scatti che hanno segnato la storia e, alle volte, hanno contribuito a cambiarla.

Due esempi tra tutti: la foto della bimba vietnamita che fugge dopo l’attacco al napalm del suo villaggio – la foto del 1972 valse il premio Pulitzer al giovane reporter Nick Ùt che, con la sua Leica M2 al collo, contribuì profondamente a smuovere l’opinione pubblica occidentale segnando l’inizio della fine del conflitto.

nick ut mostra leica roma
Nick Ùt, Vietnam 1972

E poi la foto del miliziano spagnolo morente, del 1936. Un giovanissimo Robert Capa ammise di aver scattato alla cieca, posizionando la sua Leica sopra testa. Inviò la pellicola all’agenzia senza nemmeno visionarla. Al suo ritorno era un reporter famosissimo perché, quella piccola macchina, aveva ripreso un uomo nell’istante esatto in cui veniva colpito a morte.

capa mostra leica roma
Robert Capa, Spagna 1936

INFORMAZIONI | ORARI | BIGLIETTI

La mostra IGrandi Maestri – 100 anni di Leica è al Vittoriano di Roma ( Ala Brasini)

Si può visitare fino a Febbraio 2018 nei seguenti orari:

Dal Lunedì al Giovedì, dalle 9.30 alle 19.30
Venerdì e Sabato dalle 9.30 alle 22.00
Domenica dalle 9.30 alle 20.30
Ultimo ingresso un’ora prima della mostra

Biglietti:

Biglietto OPEN 14.00 euro 
Il biglietto open dà diritto all’ingresso alla mostra in un giorno a propria scelta all’orario desiderato, evitando eventuali code
Ridotto € 10,00 65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; diversamente abili; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale
Ridotto Gruppi € 10,00 prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax microfonaggio obbligatorio
Ridotto Speciale € 8,00 Guide con tesserino se non accompagnano un gruppo
Universitari € 6,00 ogni martedì escluso i festivi







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *