Skip to content

La cicala sull'amaca


Botero in mostra al Complesso del Vittoriano di Roma

Botero in mostra al Complesso del Vittoriano di Roma

Dal 5 Maggio al 27 Agosto 2017 il Complesso del Vittoriano di Roma – Ala Brasini, ospita la mostra Botero: la prima grande retrospettiva in Italia dedicata all’opera del grande artista Colombiano.

È giunto all’inaugurazione dello scorso 4 Maggio procedendo con passo fermo, facendosi largo tra la folla che lo attendeva. Fernando Botero, 85 anni appena compiuti, ha quindi presenziato al taglio del nastro e dato il via a questa importante mostra, realizzata proprio in concomitanza del suo compleanno, per rendere omaggio al suo genio e alla sua inconfondibile arte.

LA MOSTRA BOTERO 2017

Organizzata e co-prodotta dal Gruppo Arthemisia e MondoMostreSkira, la mostra è curata da Rudy Chiappini in stretta collaborazione con l’artista. Ad accogliere il pubblico sul piazzale antistante “Il cavallo con briglie”, gigantesca scultura in bronzo che, con la sua imponente presenza e la sinuosa plasticità volumetrica, introduce alla visita e insieme si erge a simbolo dello stile stesso di Botero.

Una mostra in più tappe, un percorso lineare che ripercorre, attraverso una cinquantina di opere, oltre cinquant’anni di carriera, dal 1958 al 2016. Tra le opere più famose: Donna seduta (1997), Piero della Francesca (1998), Musici (2008); ma anche sculture importanti come Leda e il cigno (2006) e Ballerini (2012).

BOTERO E IL SUO STILE INCONFONDIBILE

mostra Botero, la Fornarina
Botero: La Fornarina

Figure piene, importanti, abnormi che, oltre ad essere marchio di fabbrica inconfondibile, sono innanzitutto un viatico per un mondo di fiaba e un universo onirico. Un universo allegro e gioioso – anche grazie all’uso inconfondibile del colore – dove sovente si insinua una punta di ironia e un velato tono di denuncia attraverso cui si è inevitabilmente ricondotti all’universo terreno.

Botero l’ha detto chiaramente a più riprese: «Credo molto nel volume, in questa sensualità che nella pittura suscita piacere allo sguardo. Un quadro è un ritmo di volumi colorati dove l’immagine assume il ruolo di pretesto». E il pretesto è quello di raccontare delle storie, lavorando insieme sulle forme, sui volumi che, così dilatati, diventano un modo per stendere il colore, con pennellate uniformi e piatte in cui l’ombra scompare.

Sono storie immerse in universi lontani, da favola. Racconti intensi, fatti di colori brillanti. Colori sgargianti come quelli del lontano Sud America, patria natale dell’artista: un mondo scomparso eppure mai dimenticato. La memoria di una America Latina dove tutto è più vero del vero e dove non c’è posto per le sfumature, dove tutto è esuberante, accogliente e insieme violento.

Mondi di sogno in cui i protagonisti sono immersi e vivono con sguardo perso, straniato, spesso inespressivo. Giocatori, partecipanti inconsapevoli, vittime o carnefici, apparentemente tutti sempre privi di stati d’animo tangibili. E forse poi questo sogno si avvicina alla realtà più di quanto non si pensi; Botero comunque non esprime giudizio.

INFORMAZIONI UTILI

ORARI

Dal Lunedì al Giovedì 9.30 – 19.30

Venerdì e Sabato 9.30 – 22.00

Domenica 9.30 – 20.30

________

BIGLIETTI

Prenotazioni – T. +39 068715111
ACQUISTA IL BIGLIETTO

T1_Generic_468x60

Leave a Reply